SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

by · 5 luglio 2011 · Categoria: Rubriche 

Non so come faremo stasera a ballare dopo che oggi ci siamo aggiudicati il primo premio nella corsa dei Patini in Maschera (qui li chiamano così in omaggio alla tradizione anche se si tratta di pedalò); infatti, anche se la parte più dura è toccata ai maschi dato che noi ragazze dovevamo animare il carro mentre loro si alternavano ai pedali, ci siamo stancate lo stesso perché c’è da stare in equilibrio mentre si fa spettacolo. D’altra parte nel punteggio finale contavano l’arredo, la musica e l’animazione e il nostro, ispirato al carnevale di Rio, era veramente fantastico; ho temuto fortemente la concorrenza di quello con gli sbandieratori e di quello con sopra le cabine azzurre e bianche, ma fortunatamente la samba è irresistibile e, grazie a ben 2870 sms, saremo noi a occupare il tavolo nel locale più famoso della Versilia domani sera, con tanto di champagne.

Al nostro bagno, tutto decorato da maxicoriandoli, ci hanno accolto come eroi e ci siamo goduti un po’ di riposo con l’aperitivo Burlamacco & Ondina gentilmente offerto dalla direzione insieme a stuzzichini di  specialità versiliesi: del resto saranno loro a detenere fino ad agosto il bel trofeo di cartapesta che raffigura il mare con una barca che trabocca di colori e musica.

Ora comunque c’e da pensare al costume di stasera, per la festa di Carnevale estivo che si svolge alla Cittadella, come ogni giovedì. Le tre sezioni bikini, intero e bermuda copriranno  anzi, scopriranno, tutte le età e i vincitori potranno scegliere tra due biglietti per gli spettacoli della Cittadella stessa o del Pucciniano, della Versiliana o del Summer Festival, Partecipano anche quei matti dei miei zii che se lo stanno preparando da giorni; con dieci euro si balla, si mangia un risotto e si fa una bevuta quindi, se non ci sono spettacoli in giro da vedere, in parecchi vanno alla Cittadella ogni giovedì. Solo alla fine d’Agosto molti non rinunceranno alla lunga tavolata che occupa il molo dal tramonto, mentre il ventarello porta la musica eseguita sulla rosa dei venti e muove le tovaglie bianche e i grembiuli blu dei camerieri che fanno su e giù con le bici.

Oggi il tramonto si guarda invece da piazza Mazzini dove c’è la fermata dei bus navetta; sotto le Vele d’Artista, finaliste del concorso indetto dall’Associazione che raggruppa i cantieri navali, si prende l’aperitivo, curato stasera dal Bar 1234. Dopo dovremo lasciare in un’urna il nostro voto per eleggere l’happy hour migliore dell’estate. Certo la situazione comincia ad essere folle: un sacco di gente confluisce qui uscendo dagli alberghi (fanno una promozione dal martedì al venerdì), la musica dei gruppi più strani si diffonde ovunque, mentre da ogni lato arriva gente vestita – si fa per dire- di frutta, di piume, di carta. Anche i minibus sono in maschera e, carichi di musica, ci portano in pochi minuti alla Cittadella,

Davanti all’ingresso una distesa di piantine fiorite (qui in Versilia ci sono tante serre) anticipa la festa di colori dell’interno. stasera il carro e quindi il tema della serata è l’India e quindi prevalgono i rossi, gli arancio, i gialli che non  solo compaiono nei costumi, ma anche sui giochi di luce che disegnano gli Hangar; i ballerini Bollywoodiani sono sparsi fra la gente che cerca di imitarli fra le risate degli amici. In onore al Kajal il risotto è al nero di seppia, preparato dagli esperti cuochi di uno di quei rioni che nel freddo inverno riscaldano le notti viareggine; il menù prevede come alternative delle penne rosse piccanti e degli gnocchetti al nasello delicatamente bianchi.

Questi tre colori mi ricordano qualcosa, ma non ho tempo per pensarci: ora si balla, la notte è cominciata.

Vera Giagoni
Con i miei occhi

Share |

Commenti

2 Commenti all'articolo SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

  1. Batano
    in data mar, 5 lug 2011 ore: 17:03
  2. Il sogno però termina col brusco risveglio delle sirene dei VVUU, perché il Rag. Guinigio Antelminelli ha chiamato la polizia: lui dice che viene in vacanza per dormire.
    D’altra parte un noto quotidiano locale è da giorni che ricorda che la musica assordante impedisce di dormire a tutta la Toscana orientale.
    Il Comitato per le Buone Azioni ha ribadito che l’happy hour è una pessima abitudine alimentare e che sarebbe meglio tornare ai ritrovi per vecchie signore tre ore per bere una tazza di té.
    Si mormora che i patini da gara in realtà non sarebbero regolari perché non imbarcherebbero il prescritto ancorotto con relativa gomena di almeno 50 metri. La Capitaneria di Porto sta svolgendo gli opportuni controlli.
    E’ arrivo il Comitato “Che palle il Carnevale Estivo” che si batte perché non sia realizzato. Infatti, sostiene, il fatto che ormai sia fatto in tutte le località turistiche italiane, anche quelle che non fanno il Carnevale d’inverno, non implica che si debba farlo a Viareggio.
    E comunque i rappresentanti delle categorie economiche hanno ribadito che queste manifestazioni non portano incassi alla Passeggiata e che loro preferirebbero uno sconto sulla TIA.

    PS: la tavolata di fine agosto sul molo non ci sarà perché l’USL l’ha vietata, in quanto risulta che il molo non sia dotato di pavimento lavabile.

  3. Daniele-2
    in data mer, 6 lug 2011 ore: 08:03
  4. AHAHAH :-) bellissima Batano!

Che cosa ne pensi?! Lascia un commento!

Attenzione: Questo è uno spazio aperto, a disposizione di tutti. I commenti vengono inseriti direttamente, ma la Redazione potra' in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare quelli che utilizzano un linguaggio offensivo, contengono turpiloquio, sono razzisti o sessisti o che abbiano un contenuto che costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.). In ogni caso Viareggiok non potra' essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Personalizzazione profilo

Per personalizzare il tuo profilo utente registrati al sito: Gravatar e carica una immagine. Questa sarà automaticamente visibile accanto ai tuoi commenti. Perchè il servizio funzioni occorre che l'email utilizzata per la registrazione su Gravatar sia la stessa inserita nel campo "Indirizzo Email" sottostante.

Per lasciare un commento è necessario effettuare l'accesso al sito.