Perchè Fabio Chiesa

luglio 3, 2017 Lascia il tuo commento

In molti chiedono chi era Fabio Chiesa e perchè è nato un Anfiteatro dedicato a lui. Fabio era prima di tutto un amico, ma anche un attore, animatore, fratello, terapeuta, figlio, insegnante, zio e fidanzato. La sua grande energia si è spenta il 5 giugno 2010 a causa di un incidente stradale, e l’anno dopo, nel 2011, è nato l’Anfiteatro Fabio Chiesa, per ricordare quotidianamente l’importanza di creare sinergie tra le persone attraverso la cultura.

Abbiamo avuto in concessione lo spazio dal comune e ci siamo accollati completamente la sua ristrutturazione. Il luogo era in totale stato di abbandono e decadenza e gli abbiamo restituito una nuova vita, ma soprattutto lo abbiamo ridato agli abitanti della città, lo abbiamo condiviso. Vorremmo fare di più, ma non riceviamo alcun tipo di finanziamento e tutto si regge sul volontariato, ma la cosa più importante è che l’Anfiteatro è un luogo dove poter esprimere senza sconti il bello che l’arte offre alla vita di ognuno. Tutto ciò è possibile grazie all’impegno e all’unione di molte persone e di varie associazioni e compagnie; il Granmastro Burattinaio, che ha dato vita a questo sogno, i Chicchi d’Uva e La compagnia Begherè, ma non solo, nell’idea dell’Anfiteatro vi è anche quella di creare una rete di comunicazione tra le varie associazioni presenti sul territorio.
L’Anfiteatro è un circolo ARCI e vi si accede solo se tesserati. In ogni rassegna si cerca di fare una serata ad ingresso libero, per poter dare la possibilità a tutti di partecipare.

Il 3 Gennaio 2013 è stata istituita l’Associazione Anfiteatro Fabio Chiesa che si occupa tutt’oggi della gestione.

Dal sito dell’ Anfiteatro Fabio Chiesa

Tag: , ,

Categoria: , , ,

Lascia un commento