“L’alternarsi nel tempo nelle età di Giorgio Michetti”

gennaio 20, 2018 Lascia il tuo commento

Villa Argentina, da sabato 20 gennaio 2018, prone una mostra particolare dedicata a Giorgio Michetti, artista viareggino ultracentenario ancora incredibilmente carico di idee, energia e stimoli, che ospita opere firmate dallo stesso Michetti ma, soprattutto, i quadri di molti suoi amici creando, di fatto, un ponte generazionale tra artisti, personalità che rappresentano memoria, presente e futuro nel panorama artistico della Lucchesia e della Versilia.

L’inaugurazione della rassegna è in programma sabato alle 17.00 alla presenza delle autorità locali. L’evento è promosso dal Liceo scientifico “Barsanti e Matteucci” di Viareggio in collaborazione con la Provincia di Lucca, il Comune di Viareggio, l’Istituto Tecnologico Liceale Don Lazzeri-Stagi di Pietrasanta, l’adesione della Soprintendenza di Lucca e Massa-Carrara, e il patrocinio della Fondazione Banca del Monte di Lucca e dell’Associazione BAM.

La mostra di Villa Argentina, che fa parte del progetto AlternART, comprende, quindi, opere realizzate dagli amici di Michetti: Sergio Fortuna, Alberto Magnolfi, Guglielmo Malato, Davide Bondielli, Gianfalco Masini, Pietro Soriani, Andrea Moneta, Azzurra Casamassima, Luca De Gaetani, Paola Campioni, Francesca Maria Neiman, Silvia Masini, Franco Anichini, Graziano Guiso, FM Studio e vari altri artisti, insegnanti, studenti ed ex allievi dei licei del territorio, oltre alle partecipazioni attive del Liceo scientifico “Barsanti e Matteucci” di Viareggio e del Liceo artistico “Stagi” di Pietrasanta.

La caratteristica del progetto AlternARTI – come spiega il curatore Alberto Magnolfi – è rappresentata dallo stretto legame con la realtà provinciale odierna, dato il profondo rapporto degli organizzatori con il mondo della scuola e con le realtà professionali del territorio. L’idea e il nome dell’esposizione nascono proprio dalle esperienze derivate dalle lezioni di Michetti e dall’attività di alternanza scuola-lavoro maturate negli ultimi anni nei vari Licei di Lucca, Pisa, Pietrasanta e Viareggio. All’allestimento di AlternARTI hanno collaborato gli studenti del Liceo scientifico viareggino che supporteranno anche l’accoglienza dei visitatori della mostra.

Il filo conduttore che unisce gli artisti coinvolti è la capacità di saper interpretare i segni caratteristici del proprio tempo, analizzando e decifrandone gli aspetti più reconditi. Michetti ama definire “Prospettiva invertita” la tecnica con cui realizza le proprie anamorfosi. I curatori, in questa mostra, hanno cercato di realizzare un’esposizione in grado di ribaltare il punto di vista dello spettatore sul quadro, trasformando i protagonisti in testimoni, i modelli in artefici e gli spettatori in soggetto delle opere.

GIORGIO MICHETTI nasce a Viareggio il 7 dicembre 1912 da Ulisse e Margherita Giberti. Condivide la sua adolescenza con altri viareggini destinati al successo: lo scrittore Mario Tobino e lo scenografo Luciano Zacconi (figlio di Ermete Zacconi). Il suo interesse per la pittura convince i genitori a fargli frequentare il Liceo Artistico e l’Accademia di Belle Arti. Nel 1929 allestisce, a soli 17 anni, la sua prima mostra nella sala del comune di Castiglioncello. La guerra di Etiopia e la seconda guerra mondiale condizionano le sue scelte e per un lungo periodo si occupa d’illustrazione e di grafica pubblicitaria. Continua, però, a dipingere e a frequentare gli altri artisti di Viareggio: Renato Santini, Danilo Del Prete, Mario Marcucci, lo scultore Alfredo Morescalchi e lo scrittore Silvio Micheli. Partecipa a diverse collettive con ottimi risultati. Nel 1962 decide di dedicarsi interamente alla pittura e si trasferisce a Milano. Il suo linguaggio pittorico basato, in particolare, sulla riscoperta della tecnica dell’affresco, lo porta presto ad eseguire importanti opere pubbliche. La prima esposizione di successo è a Lugano in Svizzera presso la Galleria Dante, nel 1966. Seguiranno, nell’arco della sua lunga vita d’artista, molte personali in Italia e in altre nazioni.

Da sempre il Maestro Michetti impartisce lezioni agli artisti che quotidianamente frequentano il suo studio. Migliaia di persone hanno avuto modo di ammirare i suoi corsi di disegno attraverso internet o più tradizionalmente dal vivo, in varie scuole della Regione. Negli ultimi 10 anni ha continuato a meravigliare il pubblico, animando il sodalizio di artisti sviluppato intorno a Ri-Generazioni e partecipando ad esposizioni in tutta Italia.

La mostra sarà visitabile, ad ingresso libero, fino a domenica 4 marzo 2018, dal martedì alla domenica, con orario 10.

Tag: , ,

Categoria: ,

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.