Gli hangars dei Carnevali

luglio 31, 2017 Lascia il tuo commento

Una della docidi soste che i partecipanti al “Festival più Piccolo del Mondo” (organizzato dall’Associazione Viareggiok venerdì 28 luglio 2017 al bagno Arizona in Darsena a Viareggio) dovevano fare, era quella degli “Hangars dei Carnevali“. Si trattava di due riproduzioni dei “vecchi baracconi” all’interno delle quali erano state inserite le riproduzioni a colori di dieci tra i più bei carri mai costruiti. I partecipanti, in pratica, dovevano fisicamente passarci nel mezzo come se,  per magia (la magia appunto del Carnevale), si fossero ritrovati all’improvviso in via Marco Polo. In sottofondo; musica di Burlamacco e le note tecniche delle costruzioni, proposte dai due ideatori e realizzatori dell’opera: Lorenzo Paoli ed Alessandro Pasquinucci. Il tutto per una durata di cinque minuti esatti. Terminata la visita, e prima di passare alla sosta successiva, il pubblico riceveva una scheda con i nomi dei carri presentati e con la possibilità di esprimere le proprie personali preferenze. Il 1°, il 2° ed il 3°…

Così, alla fine, con questo nostro sondaggio abbiamo potuto eleggere il “Carro dei Carri“. Ecco la classifica completa:

1° – “Viareggio Ieri” di Sergio Baroni
2° – “Scusate se ci divertiamo” di Galli, Lebrigre, Roger
3° – “I grandi in maschera” di Arnaldo Galli
4° – “Pagliacci in cavalleria” di Alfredo Pardini
5° – “Arriva Mao” di Giovanni Lazzarini
6° – ” Barbalù” di Antonio D’Arliano
7° – “E’ arrivato con il sole e con l’amor dal mare” di Baroni/Verlanti
8° – “Quello che non vorrei vedere” di Massimo Breschi
9° – (pari merito) “Telemostro” di Verlanti/Lazzarini e “Ballata selvaggia” di Silvano Avanzini

Dall’elenco dei dieci carri proposti, volutamente, non era stata inserita “Guerra e Pace. La bomba” di Arnaldo Galli e, naturalmente, tante altre bellissime opere erano rimaste fuori.

Tag: , ,

Categoria: , , ,

Lascia un commento