“Dada Media Book” biblioteca popolare

giugno 25, 2018 Lascia il tuo commento

Fortemente voluta dalla Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare, in un luogo adiacente al Cantiere Sociale Versiliese in via Belluomini, è stata inaugurata la biblioteca popolare: “Dada Media Book”. In quello spazio, all’EX INAPLI, già noto alle cronache perché la magistratura vi aveva messo ai domiciliari persone che vi facevano i loro affari poco leciti.

Oggi quello spazio è stato recuperato e restituito al quartiere con fini esclusivamente culturali e non per farne una succursale di un carcere come forse avrebbero voluto alcuni politici e magistrati. Il Varignano, come tutte le periferie, ha bisogno di spazi culturali vivi. Da una sinergia di varie realtà in una progettualità di autogoverno è nata l’idea di una Biblioteca Popolare. I compagni della Brigata Muto Sociale per l’Abitare hanno risistemato il luogo e le compagne e i compagni del Collettivo “Dada Boom” hanno realizzato il murales esterno.

Numerose sono state le persone che hanno donato libri. Tra queste da ringraziare sicuramente c’è Amalia Giorgetti, vedova del senatore Milziade Caprili, che ha fatto pervenire alcune scatole di libri appartenenti alla Fondazione Caprili; la consigliera comunale del PD Elisa Montaresi e l’ex consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Max Bertoni. Il Dada Media Book collaborerà, inoltre, anche con la scuola popolare Pancho Villa che ha la propria sede in via Del Forcone 10 G e che sta portando avanti un progetto analogo, più specializzato, per i bambini. Collaborazioni tra il Dada Media Book e alcune case editrici sono già in programma tra le quali c’è la casa editrice Alegre. La quale ha edito anche l’ultimo libro del combattente contro l’ISIS, Davide Grasso, Hevalen presentato proprio al Cantiere Sociale lo scorso 18 maggio.

Biblioteca popolare: “Dada Media Book”

Categoria: , , ,

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.