“Ali per sognare, vita appassionata di un anarchico viareggino”

Dicembre 1, 2017 Lascia il tuo commento

Ali per sognare, vita appassionata di un anarchico viareggino” scritto a quattro mani da Andrea Genovali e Renato Gérard, è il primo romanzo biografico, la prima storia narrata, su uno dei protagonisti delle Giornate Rosse del 1920. Prima di questo libro Renato Gino Gérard era pressoché sconosciuto. In pochi avevano letto le poche fredde e burocratiche parole vergate dal giudice del tribunale di Lucca che lo condannò al carcere per i moti di quelle giornate del maggio 1920.

La storia di Renato Gino, anarchico, però va ben oltre le Giornate Rosse e viene ricostruita attraverso la storia della famiglia originaria di Marsiglia. Una vita che torna alla luce grazie a testimonianze orali e ricerche d’archivio. Un racconto lungo quasi cent’anni per le vicende di una famiglia che ha sempre avuto nel suo credo quello spirito anarchico di giustizia sociale e libertà che ne indicavano il cammino.

Renato Gino è protagonista di un periodo storico di Viareggio che si snoda fra i primi del Novecento e la fine degli anni Trenta del secolo scorso, durante il quale partecipa attivamente a eventi fondamentali della storia cittadina, primo fra tutti, appunto i moti del maggio 1920 che portarono, con le lotte delle Giornate Rosse, alla nascita della Repubblica viareggina. Poi con l’avvento del fascismo si ritrovò a lottare, dall’inizio, contro la dittatura fino al termine della sua avventura.
“Ali per sognare” è un libro che racconta uno spaccato della vita semplice e durissima dei marinai, dei pescatori e degli operai delle darsene cittadine, di uomini e donne che niente avevano a che fare con la vita di illusori fasti della Viareggio liberty e mondana del tempo. Leggendo queste pagine si vive, si tocca con mano, la condizione sociale del popolo viareggino fatta di miseria, stenti ma anche di slanci vitali e grandi solidarietà umane e politiche. E’ il racconto di lotte sociali e di ideali che segnarono profondamente la città. E’ la ricostruzione di un periodo storico dal quale vengono espunti gli accenti sdolcinati, oggi tanto di moda quando si parla dei primi decenni del Novecento, che impediscono la conoscenza da parte dei lettori della durezza dello scontro sociale dell’epoca. Ma è un libro, al tempo stesso, agile e spesso divertente che racconta anche la vita, gli amori, le “follie” dei giovani viareggini del tempo che anelavano, ieri come oggi, alla felicità, alla libertà e all’amore.

ALI PER SOGNARE
Vita appassionata di un anarchico viareggino
di Andrea Genovali e Renato Gérard (Pezzini editore)

SABATO 2 DICEMBRE ORE 17
Villa Argentina, Viareggio
Presenta Stefano Pasquinucci
Letture di Ilde Bigicchi e Lidia Cerri

Tag: ,

Categoria: , , ,

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.